Variazione sul tema – Parte II

Ingredienti: la famosa salsiccia 250 g circa, cavolo nero400 g, olio , aglio.
Quando: meglio a pranzo
Con chi: una buona forchetta
Mood: voglia di grasso
 

Dicevamo della salsiccia siciliana che ancora giace ibernata, pronta ad essere tirata fuori al bisogno. Poi ho pensato a quelle cimette di cavolo nero che si aggiravano raminghe nel frigo, ed ho composto il seguente piatto:

Ho lessato il cavolo in acqua poco salata, e nel frattempo ho messo la salsiccia in padella a rosolare con un filo d’olio e uno spicchio di aglio. Ho stemperato con due dita di birra, ma questo è un passaggio facoltativo. A questo punto coperchio e fiamma moderata, non c’è bisongo di altro perchè la salsiccia rilascia grasso mentre cuoce e crea un suo sughetto saporito (e grasso, vabbè).

Quando il cavolo si è intenerito ne ho aggiunto una parte alla salsiccia per far ultimare la cottura insieme, e coperchio.

Una terza parte l’ho frullata con un pò di acqua di cottura e un cucchiaio di panna acida, che tra poco è Natale e bisogna preparare lo stomaco.

L’ultima parte di cavolo l’ho tenuta di lato così, semplicemente lessa, per condirci i sensi di colpa.

Dopo circa 25 minuti potrete comporre il vostro bel piatto e sbavarci di sopra.

Buon appetito, e concedetevi la scarpetta.

Avatar di Alessandra

About Alessandra Scucces

"Adoro scrivere, ridere, e i dolci cremosi. Ho una passione per i sacchetti di carta, un PhD alle spalle e Milano da conquistare. Questo è il mio diario di bordo con la certezza che, qualunque cosa accada, posso sempre dirla su WhatsApp."
This entry was posted in Week-end and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>