Cioccolata in tazza e veleno

Ingredienti: cioccolatini assortiti, una tazza appropriata
Quando: s’è fatta una certa
Con chi: da soli
Mood: l’avvelenamento
 
 

Da quando le giornate sono diventate di 10 minuti e 30 secondi?

Ho la sensazione di vivere con il fuso orario di Singapore, ultimamente. Il tempo al lavoro non è sufficiente, il tempo in casa non basta, il tempo per te è ritagliato.

Il tempo per cucinare, poi. Non pervenuto.

Temo che il mio forno stia progettando un’autocombustione pur di accendersi e non sentirsi abbandonato.

Menomale rimane sempre il tempo per gli amici con cui improvvisare serate e condividere pranzi della domenica -che basterebbero per una settimana. Amici che ti regalano cioccolatini come segnaposto e poi progettano lezioni di cucina e chili superflui.

E poi un film, e poi tornare a casa e chiedersi quanti cioccolatini bisognerebbe mangiare per consolarsi. Perchè le domeniche sono così, giornate a tradimento chè quando ti rilassi e stai proprio bene all’improvviso ti servono una bella doccia fredda.

E allora sistemo la cioccolata in tazza, così la bevo idealmente in un sorso e si inizia la settimana progettando nuove ricette, nuovi esperimenti e un viaggio a Singapore, chè non si sa mai.

Buon appetito, anche se a volte va proprio di traverso.

Avatar di Alessandra

About Alessandra Scucces

"Adoro scrivere, ridere, e i dolci cremosi. Ho una passione per i sacchetti di carta, un PhD alle spalle e Milano da conquistare. Questo è il mio diario di bordo con la certezza che, qualunque cosa accada, posso sempre dirla su WhatsApp."
This entry was posted in MoodFood, Week-end and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>